Progetto: Rete solidale. Comunità educante e giovani alleati per la prevenzione dentro e fuori il web.

Denominazione del progetto:

Rete solidale. Comunità educante e giovani alleati per la prevenzione dentro e fuori il web.

Descrizione:

Il progetto parte dalla considerazione che per i giovani d’oggi l’utilizzo di tecnologie nella gestione di tutti gli aspetti della vita quotidiana appare come elemento consolidato e, tuttavia, ancora problematico nel processo di crescita e di maturazione. L’esperienza acquisita nei progetti precedenti fa apparire evidente come spesso il web sia considerato uno spazio “sicuro” e “neutro” nel quale, più che altrove, i ragazzi pensano di poter assumere comportamenti a rischio senza doverne patire reali conseguenze. Tramite percorsi innovativi di prevenzione e la creazione di una rete educativa si vogliono prevenire i comportamenti rischiosi e l’acquisto di sostanze psicoattive online.

Target:

Fascia di studenti del primo biennio della scuola secondaria superiore.

Ente finanziatore:

Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Antidroga

Soggetto proponente:

ACLI di Roma APS.

Partner:

Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Antidroga, I.P.S.E.O.A. Vincenzo Gioberti di Roma, Istituto Paciolo di Bracciano.

Obiettivi:

Prevenzione comportamenti a rischio e acquisto droghe online.

Attività:

1. Analisi preliminare sul comportamento dei ragazzi nel web: compilazione di un questionario anonimo i cui dati saranno raccolti e analizzati da esperti formatori per definire in maniera efficace attenzioni specifiche e obiettivi da percorrere.

2. Laboratori Teatrali e concorso Tlab: l’attività si pone come obiettivo quello di far comporre  ai ragazzi sceneggiature e brevi sketch. Le sceneggiature e le messe in scena realizzate saranno giudicate da una giuria composta da attori, registi e referenti delle associazioni che sostengono il progetto.

3. Seminari formativi/informativi per docenti e genitori: in ognuna delle scuole, sedi della sperimentazione territoriale, verrà organizzato un seminario di informazione e formazione per genitori e docenti sulla prevenzione dell’acquisto di sostante psicoattive su internet e sull’utilizzo consapevole del web.

4. Realizzazione del video della sperimentazione territoriale: si raccoglieranno le messe in scena realizzate dai ragazzi al fine di comporre un video vademecum per la prevenzione dei comportamenti rischiosi su internet.

5. Progettazione di una piattaforma web: multi-canale e multi-accesso attraverso la quale verrà resa disponibile e fruibile da tutti la sperimentazione territoriale.

Canali di comunicazione:

Visita il sito del progetto

Pensiamoci

  • di Lidia Borzì “Niente sarà più come prima”: quante volte abbiamo sentito – e magari anche detto – questa frase negli ultimi due mesi. Al di là della retorica, purtroppo,  ...leggi tutto >>

Appuntamenti

LINKEDIN
Share
INSTAGRAM